• Spazio sponsor 3 - La tua pubblicità qui!

LUFTHANSA: STOP AL TRASPORTO DI LEVRIERI IN CINA

Oggi facciamo eco alla petizione lanciata dal ICABS, Irish Council Against Blood Sports, associazione irlandese che si batte contro gli “sport sanguinari”, che ha superato già la cifra di 16.000 sostenitori:

Lufthansa: Stop transporting Irish greyhounds to China

Lufthansa trasporto levrieri in CinaNella petizione viene data l’informazione del caso riportando dati ed attività svolte da CAGED Northwest, Campaign Against Greyhound Exploitation & Death, associazione che si prefigge di salvaguardare i levrieri da sfruttamento e morte certa e che punta il dito su Lufthansa definendola “la compagnia aerea di spedizione di levrieri verso la loro morte a Macao, Cina”.

Sulla sua pagina di Facebook, CAGED afferma che “sei levrieri sono stati trasportati dalla compagnia aerea Lufthansa da Dublino a Hong Kong il 12 aprile 2016” e che l’informazione è tratta da fonti attendibili. I cani irlandesi erano destinati al Yat Yuen Canidrome, conosciuto come la pista più letale al mondo da cui nessun cane esce vivo.

Nel Canidrome di Macao, che ospita ben 800 levrieri, si svolgono gare cinque sere a settimana su una pista ritenuta ad elevato rischio di lesioni per i cani perché il terreno è troppo duro. La CAGED riporta che “se un levriero non finisce tra i primi tre in cinque gare di fila è distrutto”. Resta inteso che circa 400 cani all’anno vengono uccisi con una iniezione letale e di media ogni levriero che arriva in questa pista muore nell’arco massimo di tre anni.

In quattro giorni, fra il 30 aprile ed il 3 maggio 2016, sono state documentate più di 50 ferite ai cani nel Canidrome. Queste ferite includono morsi, strappi muscolari, fratture alle zampe, gonfiore ed infiammazioni alle zampe e ferite sulla coda. Nei levrieri sono state anche riscontrate artriti, infezioni oculari, infezioni dell’orecchio e dermatiti. È però incredibile il fatto che molti di questi cani risultano “curati” prima dell’emissione del certificato d’idoneità per partecipare alle corse.Levrieri-destinati-in-Cina

In risposta alle decine di denunce pubblicate online Lufthansa non nega di essere stata la compagnia aerea che ha trasportato i cani in Cina ma prende le distanze dalle accuse di trasportare levrieri dall’Irlanda in Macao destinandoli ad una vita miserabile nel Canidrome. La risposta ufficiale di Lufthansa è: “Per favore rivolgetevi alle vostre autorità competenti per modificare il quadro giuridico che permette tali maltrattamenti. Come compagnia aerea non siamo in grado di determinare lo scopo per cui gli animali stanno facendo il loro viaggio”.

Questa risposta di Lufthansa è in netto contrasto con quella di altre compagnie aeree. Ad esempio, Emirates Airlines si mosse rapidamente per confermare a ICABS di non avere mai spedito levrieri in Cina (Hong Kong o Macao) sui loro servizi da Dublino. British Airways ha inoltre assicurato di non avere trasportato levrieri da Dublino a Macao su qualsiasi aeromobile BA. Nel mese di dicembre, a seguito di un servizio televisivo sconvolgente sulla crudeltà del Canidrome, Qantas e Cathay Pacific annunciarono che non avrebbero più trasportato levrieri da corsa dall’Australia all’Asia.

Levrieri destinati in Cina

 

Luftansa non ha ancora risposto ad una richiesta inviata via mail il 22 aprile 2016, nella quale si sollecitava all’azienda di rifiutarsi di trasportare levrieri irlandesi in Cina. Invece il 12 maggio 2016 altri 24 levrieri irlandesi erano in rotta verso l’infernale pista del Canidrome in Cina, secondo Dogs Trust in Irlanda.

Irish Council Against Blood Sports ICABS ha lanciato questa petizione, per più informazione o per firmare CLICCA QUI

TOUCH HERE FOR MENU
aap_logo_centrale